I nostri oliveti

Impianti “specializzati” per i monovarietali

Oliveto specializzato vuol dire che a ciascuna fila di piante corrisponde un ben definito cultivar. La realizzazione di blocchi della stessa varietà consente di raccogliere solo Raggia, oppure Mignola o Rosciola… Si ha quindi la possibilità di produrre oli monovarietali. Ma soprattutto si può raccogliere in base al grado di maturazione delle olive. Fra un cultivar e l’altro, a volte, ci sono settimane di differenza e raccogliere al momento giusto significa alzare il livello della qualità ed esaltare profumi e sapori.

Oggi L’Olinda produce sei oli monovarietali ai quali ne aggiungerà presto altri, con l’entrate in produzione dei nuovi oliveti.

Jesi, via Agraria

Tutto è nato da qui: un terreno di circa un ettaro e mezzo, a ridosso della zona residenziale di Jesi. Era il 1991. Qui c’è anche la sede aziendale. Ci sono una cinquantina di olivi in mezzo alle voliere dove vivono allo stato brado fagiani, starne, quaglie e pernici. Su questo terreno è stato creato l’allevamento di selvaggina da cui è partita l’avventura imprenditoriale dell’AFM – Azienda faunistica Marche / Frantoio L’Olinda.

San Marcello, Contrada Serra

È il primo terreno acquistato per lo sviluppo aziendale. Si trova a San Marcello, in Contrada Serra. Sono circa otto ettari in collina, tutti piantumati a oliveto. Ci sono 1.200 piante, in prevalenza Leccino (circa 500) e Raggia (300) e in numero minore Rosciola, Pendolino, Maurino, Orbetana, Leccio del Corno, Canino, Picholine e Grigran. Qui, in mezzo all’oliveto, è stato costruito il Frantoio ad esclusivo servizio aziendale. La vecchia casa colonica è stata demolita (con il totale recupero del materiale) ed è ora in fase di avanzata costruzione un Agriturismo con punto vendita.

Jesi, Via Montesecco

A ridosso della nuova zona di espansione edilizia di Jesi, in via Montesecco (zona Tabano) è stato acquistato un terreno di cinque ettari e mezzo dove esistevano già alcune piante di olivo. Qui è stato realizzato un nuovo impianto specializzato di circa 800 piante, in prevalenza Raggia (circa 500) e in numero minore Mignola, Nostrale di Rigali e Rosciola Colli Esini. Recentemente è stato realizzato un ulteriore impianto di Ascolana tenera (110 piante).

Jesi, Via Murri

È uno degli investimenti più importanti dell’Azienda. È un terreno, vicino alla sede Aziendale, nella zona agricola a ridosso della città. Sono oltre undici ettari interamente piantumati a oliveto, più di duemila piante. Il blocco principale è di Raggia, poi le altre varietà marchigiane a erosione genetica che la Regione sta cercando di valorizzare (Carboncella, Mignola, Orbetana, Nostrale di Rigali, ecc.). In numero minore, per avere la più ampia gamma di sapori e profumi, sono state piantumate anche altre varietà non marchigiane (Leccino, Taggiasca, Piangente, Coratina, Leucocarpa)

San Paolo di Jesi, Cupra Montana

Si trova in località Follonica, parte in territorio di San Paolo di Jesi e parte in territorio di Cupra Montana. Sono in totale quasi undici ettari dove c’è già un vecchio oliveto in produzione. In totale sono oltre duemila piante in prevalenza cultivar del territorio. Essendo in alta collina, qui abbiamo sperimentato anche una varietà abruzzese della Valle Roveto, la Monicella. Si tratta di una pianta rustica molto vigorosa, adatta agli ambienti della collina pedemontana. Dai suoi frutti si ricava un olio fine e aromatico caratterizzato da un alto contenuto di sostanze fenoliche e antiossidanti.

Montecarotto, Località Le Busche

Qui siamo nel cuore della zona vinicola e in particolare del Verdicchio. Le terre di questa zona oggi sono particolarmente ricercate. In mezzo alle vigne noi abbiamo realizzato un oliveto il cui blocco centrale è formato da una varietà marchigiana molto apprezzata, il Piantone di Mogliano. In totale sono quattro ettari e mezzo dove abbiamo messo a dimora poco meno di mille piante con le quali amplieremo la gamma dei nostri oli monovarietali.

Ancona/Sirolo, Località “La Pecorara”

È l’ultimo acquisto dell’Azienda: siamo nel cuore del Parco del Conero, zona sottoposta a particolari e rigorosi vincoli ambientali. L’oliveto (superficie complessiva circa 6 ettari e mezzo) si trova al centro di un percorso naturalistico che prende il nome della stessa località (La Pecorara), circondato da una “prateria” di interesse comunitario, quindi sottoposta a vincolo dell’Unione europea. Da questo oliveto (abbandonato da anni che stiamo recuperando e rivitalizzando) ricaveremo una riserva speciale che proporremo come selezione limitata e numerata fra qualche anno ai nostri clienti.

Terreni in affitto

Ai terreni di proprietà vanno aggiunti gli oliveti in affitto (oltre 20 ettari) in gran parte a San Marcello, ma anche a Jesi e Monte San Vito e Monsano. Si tratta di oliveti pienamente in produzione con le principali varietà coltivate nel nostro territorio (in primis Raggia, Frantoio, Leccino, Carboncella, ecc.). A San Marcello, su un terreno in affitto, abbiamo ampliato un oliveto già esistente con circa 200 piante di Ascolana tenera dalla quale si ricava un olio particolarmente delicato, una vera ricercatezza per il suo aroma e il suo gusto.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!