Monovarietale Leccio del Corno

Il Leccio del Corno è una varietà di origine toscana diffusa nel Centro/Nord Italia.

  • Spedizione rapida
  • 100% Olio Extravergine Bio
  • Pagamenti sicuri con PayPal / Stripe
  • Spedizione rapida
  • 100% Olio Extravergine Bio
  • Pagamenti sicuri con PayPal / Stripe

L’olio monovarietale Leccio del Corno è una varietà di origine toscana diffusa nel Centro/Nord Italia. È stata individuata nel 1929 a San Casciano, in Val di Pesa (Provincia di Firenze), dal prof. Morettini nella fattoria del Corno da cui prende il nome. È una pianta mediamente vigorosa, a maturazione tardiva, discreta produzione, molto resistente alle basse temperature, alla siccità e agli attacchi della mosca e dell’occhio di pavone. È una varietà che ha bisogno dell’impollinatore (Pendolino, Frantoio e Piangente); i frutti crescono a grappoli e hanno una maturazione tardiva.

Al gusto

Dalle olive Leccio del Corno si ottiene un olio di un bel colore verde intenso, sapori e profumi molto marcati, con spiccate note di amaro e piccante. In bocca si percepiscono sentori di mandorla amara, carciofo, erbe officinali come timo e borragine, forti sensazioni di oliva acerba, con un deciso finale fruttato. E’ un olio ad alto contenuto di polifenoli e tocoferoli.

Alla vista

L’olio di Leccio del Corno, estratto a freddo, dopo poche ore dalla raccolta, a ciclo continuo e con frangitura a coltelli, si presenta limpido, a media fluidità e con un ben marcato colore verde intenso. È una cultivar molto rustica, fortemente rivalutata negli ultimi anni non solo per le sue ottime caratteristiche agronomiche, ma anche e soprattutto per la forte caratterizzazione dell’olio che si ricava dalle sue olive.

In cucina

In cucina, per le sue particolari caratteristiche aromatiche, è adatto per l’uso a crudo su una tagliata alla fiorentina, in pinzimonio con verdure di stagione (cardi, ravanelli, finocchi, carote e carciofi) e in bruschetta. Le sensazioni olfattive di erbe officinali come timo e borragine lo rendono prezioso per esaltare piatti saporiti e piccanti, ma anche su carni rosse alla brace. Come assaggio si consiglia l’uso con pane tostato o anche puro, direttamente su un cucchiaio di legumi lessi.


Formati disponibili


Come si conserva

La regola vale per qualsiasi tipo di cultivar: va conservato in un luogo asciutto a temperatura non superiore a 18/20 gradi. Una volta aperta la confezione (lattina o bag in box) è opportuno travasare l’olio in contenitori più piccoli in modo che sia il meno possibile a contatto con l’ossigeno. Va protetto dalla luce (non usare bottiglie trasparenti), dall’aria e dal calore. L’olio assorbe gli odori quindi meglio non usare le oliere e chiudere sempre la bottiglia o la lattina. È importante sapere che la scadenza (18 mesi dall’imbottigliamento) è solo indicativa. Dopo tale data l’olio non diventa nocivo e quindi si può utilizzare senza alcun rischio per la salute Perde però l’intensità e la fragranza di profumi e sapori.


Premi e Riconoscimenti

2020 Gold Medal

Concours International “Les Huiles du Monde” Parigi

2020 Gold Medal

Los Angeles International Fairplex Extra Virgin Olive Oil Competition

Il Frantoio

A San Marcello, al centro dell’oliveto, è stato costruito il frantoio aziendale, una struttura di quasi 300 metri quadrati. Oltre al frantoio (il locale dove avviene l’estrazione dell’olio) ci sono una sala per la defogliazione e…