Monovarietale di Rosciola dei Colli Esini

(2 recensioni dei clienti)

Dalla Rosciola dei Colli Esini si ricava un olio dal leggero fruttato armonico, con caratteristico sentore floreale.

Seleziona gli altri formati disponibili
  • Spedizione sempre gratuita
  • 100% Olio Extravergine Bio
  • Pagamenti sicuri con PayPal / Stripe
  • Spedizione sempre gratuita
  • 100% Olio Extravergine Bio
  • Pagamenti sicuri con PayPal / Stripe

La Rosciola dei Colli Esini è una varietà tipica dell’Anconetano. È diffusa soprattutto nell’entroterra della Provincia di Ancona e in particolare nei Colli attorno a Jesi. È un albero di media vigoria, il colore dei frutti è tendenzialmente verde chiaro. In fase di maturazione la guancia si colora di rosso violaceo.  Scarsa la resa, ma l’olio è di ottima qualità.

 

Al gusto

Dalla Rosciola dei Colli Esini si ricava un olio dal leggero fruttato armonico, con caratteristico sentore floreale, tendenzialmente dolce, di colore giallo chiaro. Ha un sapore deciso nelle sensazioni vegetali, sentore prevalente di mandorla fresca e leggere sensazioni di erba e carciofo con una punta di piccante.

Alla vista

Ha un colore giallo paglierino con riflessi verdi. Il colore non è un indice di qualità, ma dipende dalla varietà delle olive. L’olio di Rosciola è tendenzialmente giallo chiaro.

In cucina

È un olio molto equilibrato e delicato. È adatto in particolare per piatti di media consistenza, zuppe di pesce e verdure crude. È preferito da coloro che non amano l’amaro e il piccante.


Formati disponibili


Come si conserva

La regola vale per qualsiasi tipo di cultivar: va conservato in un luogo asciutto a temperatura non superiore a 18/20 gradi. Una volta aperta la confezione (lattina o bag in box) è opportuno travasare l’olio in contenitori più piccoli in modo che sia il meno possibile a contatto con l’ossigeno. Va protetto dalla luce (non usare bottiglie trasparenti), dall’aria e dal calore. L’olio assorbe gli odori quindi meglio non usare le oliere e chiudere sempre la bottiglia o la lattina. È importante sapere che la scadenza (18 mesi dall’imbottigliamento) è solo indicativa. Dopo tale data l’olio non diventa nocivo e quindi si può utilizzare senza alcun rischio per la salute Perde però l’intensità e la fragranza di profumi e sapori.


Recensioni
  • Alessandro

    Mi sono fatto incuriosire dal nome perche volevo provare un prodotto del territorio anche da far assaggiare ai miei amici… sono rimasti tutti sorpresi dalla qualità

  • Lorenzo

    in famiglia siamo 5 e consumiamo molto olio come si può immaginare. Mia madre lo usa quasi sempre a crudo o per metterlo sul pane a crudo a mio nonno e lui dice che gli piace un sacco perché il sapore gli ricorda l’olio che faceva con le olive della sua campagna. Consegna veloce, lo consiglio!

    Il Frantoio

    A San Marcello, al centro dell’oliveto, è stato costruito il frantoio aziendale, una struttura di quasi 300 metri quadrati. Oltre al frantoio (il locale dove avviene l’estrazione dell’olio) ci sono una sala per la defogliazione e…